Come fare la coibentazione del tetto in legno senza commettere errori?

By | 5 Febbraio 2019

coinentazione tetto legno

Sbagliare la coibentazione del tetto in legno è facile e frequente, sai perché?

Ecco quali materiali usare per la coibentazione del tuo tetto in legno:

Come fare la coibentazione del tetto in legno: dove nasce l’errore?

Sai perché in tanti sbagliano questa scelta così importante?

Perché si parte con la domanda sbagliata, anzi con 2 domande sbagliate:

 

La prima domanda che ti fai è: qual è l’isolante che costa meno?

La seconda domanda che ti porta fuori strada è: qual è l’isolante che isola di più?

 

Queste domande ti portano dritto fuori strada perché quello che invece dovresti chiederti è:

Quale è l’isolante che funziona meglio per il tetto in legno?

Già facile a dirsi, ma prima bisognerebbe sapere che non tutti i materiali vanno bene per il tetto in legno.

 

Molti tecnici e imprese non lo sanno e quindi perché dovresti saperlo tu?

 

Vero, infatti troppo pochi sanno come affrontare la coibentazione di un tetto in legno e ora ti dimostro dove si nasconde l’errore.

Tutto nasce dal fatto che quando si deve isolare il tetto si commette l’errore di ragionare nello stesso modo sia che si tratti di un tetto in muratura sia che si tratti di un tetto in legno.

 

Questo è ancora oggi un errore molto frequente, che molti progettisti e molte imprese continuano a commettere (purtroppo all’insaputa dei loro committenti).

Cosa cambia?

Cambia che a seconda del tipo di materiale che si sceglie di applicare si rischia di ottenere risultati molto diversi.

 

Per esempio se scegli di isolare il tuo tetto in muratura con del polistirene (come si fa spesso poiché in edilizia negli anni è diventato uno standard) va bene ma se lo stesso materiale è applicato in un tetto in legno si ottiene una prestazione molto diversa.

 

Sto parlando della prestazione estiva (quella invernale resta molto simile)

 

Come fare la coibentazione del tetto in legno: un aspetto trascurato

La protezione dal caldo è un aspetto fondamentale e molto importante ma è anche una valutazione che molto spesso viene trascurata.

Perché accade?

Unicamente perché nel tetto in muratura la prestazione estiva è ottenuta grazie alla sua massa ma nel tetto in legno le cose cambiano e anche di parecchio!

Senza entrare troppo su aspetti tecnici di fisica edile ti faccio vedere cosa accade con un semplice calcolo:


tetto legno coibentazione errori

Comparazione tra 3 soluzioni con isolanti diversi per ottenere la stessa protezione estiva


Il calcolo dimostra chiaramente che applicando lo stesso materiale che può andar bene per il tetto in muratura anche nel tetto in legno è un grave errore.

 

Infatti quello che succede e che ci si concentra solo sulla prestazione invernale, cioè l’errore è quello di scegliere il materiale isolante che ha migliori prestazioni di protezione dal freddo senza considerare la prestazione estiva.

 

Il risultato è che se nel caso di un tetto in legno la differenza è molto molto importante.

 

Allora è meglio scegliere un tetto in muratura?

Non di certo!

Ti sto dicendo che è molto importante valutare un materiale che oltre a proteggere dal freddo abbia anche una buona protezione dal caldo.

 

Come fare la coibentazione del tetto in legno: conclusioni

Nel caso del tetto in muratura, la protezione dal caldo è quasi “automatica” perché è dovuta alla sua massa (cioè è il suo maggior peso rispetto al tetto in legno) che contribuisce a proteggerti dal caldo anche nel periodo estivo mentre il tetto in legno questa capacità non c’è l’ha a causa della sua leggerezza.

 

E’ per questo motivo che per coibentare il tetto in muratura si sono sempre privilegiati i materiali coibenti più leggeri (perché più performanti per la protezione dal freddo)

Per questo stesso motivo, questa usanza, si è trasferita automaticamente anche al tetto in legno ma come hai visto non funziona altrettanto bene.

Quali errori evitare?

Chiedersi qual è l’isolante che costa meno e quale quello che isola di più dal freddo (come se il caldo non esistesse) è l’errore più frequente che tutti commettono quando scelgono come coibentare il tetto in legno.

Per questo spesso ti consiglieranno il polistirene o peggio il poliuretano, proprio perché questi materiali rispondono perfettamente alle esigenze di economicità e protezione dal freddo (ma per il tetto in legno non funzionano!!).

 

Questo succede per due motivi principali.

 

Il primo è di ti tipo culturale: si tratta il legno come la muratura o il cemento armato, ma è un grave errore perché se materiali leggeri come il polistirene e il poliuretano possono andare bene per un tetto in muratura non vanno affatto bene per un tetto in legno.

Il secondo motivo è che non si considera importante (o ci si fa poco caso) la protezione dal caldo.

Poi quando arrivano i primi caldi estivi però…

A quel punto sarà troppo tardi!

 

Per tamponare il problema la “toppa” alla quale molti sono costretti a ricorrere è quella di installare un condizionatore (sparato a manetta per tutte le notti estive), con la conseguenza di dormire molto male e beccarsi come “bonus” mal di gola, mal di testa e quando va peggio bronchiti.

Ma la vera beffa è che, oltre ai problemi di confort e salute avranno speso ben più di 1000 € di costi aggiuntivi per comprare il condizionatore e installarlo (con un bel danno estetico in omaggio) e in più si ritroveranno con i costi della bolletta, per il resto della loro vita, come ciliegina sulla torta.

 

Queste persone, che hanno voluto risparmiare prima (non è colpa loro, non conoscevano le conseguenze di quella scelta) per spendere molto di più dopo si trovano ora nella tragica situazione di non sapere nemmeno da dove arriva la fregatura che hanno preso!

 

TU CHE HAI DECISO DI LEGGERE QUESTO ARTICOLO INVECE ORA LO SAI!

 

Probabilmente non sapranno mai che l’errore sta proprio sopra la loro testa e così daranno la colpa al caldo o ai cambiamenti climatici; invece chi gli ha consigliati con scelte sbagliate e gli ha fatto un pessimo lavoro l’avrà passata del tutto liscia!

Quindi che fare per evitare problemi?

Bisogna scegliere materiali che abbiano le migliori caratteristiche di protezione estiva, e ti consiglio di leggere il REPORT TECNICO che ho preparato apposta per spiegarti nel dettaglio come isolare al meglio il tuo tetto in legno ottenendo migliori prestazioni estive uguali o superiori a quelle del tetto in muratura.

 

Guarda questo video e scopri come posso essere utile anche a te:

Massimo Cleva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *