Tetto in legno: e se fosse tutto da rifare?

By | 20 Marzo 2019

tetto in legno

Sei sicuro che i lavori del tuo tetto in legno dureranno davvero nel tempo?

Ecco i 10 controlli che devi fare immediatamente se vuoi dormire sonni tranquilli:

Se hai costruito un tetto in legno MA il tuo progettista e la tua impresa NON hanno fatto attenzione ad alcuni piccoli dettagli, potresti ritrovarti con seri problemi di muffe e condense o addirittura con un tetto marcio nel giro di pochi mesi!

Vuoi sapere come fare per verificare rapidamente (e da solo) quali sono i 10 errori più frequenti che causano il rapido degrado del tuo tetto in legno?

In pochi minuti sarai in grado di verificare se puoi stare tranquillo o se devi assolutamente correre ai ripari prima che sia tardi.

 

Tetto in legno: errori ricorrenti, ma perché nessun altro te ne parla?

E’ probabile che quando hai deciso di ristrutturare o costruire casa tua ti sia affidato a un progettista che ti ha consigliato aiutandoti a scegliere come realizzare il tuo nuovo tetto in legno.

Avrai discusso a lungo di prezzi e soluzioni prima di decidere a chi assegnare i lavori, è normale.

 

Come hai scelto l’impresa a cui ti sei affidato?

Hai deciso solo in base al prezzo?

Ti hanno spiegato perché su alcuni materiali non bisogna risparmiare?

Il tuo progettista e l’impresa ti hanno avvisato che ci sono dei dettagli a cui fare attenzione quando si costruisce con il legno?

Sono sicuro di no!

 

Sai perché?

Perché non li conoscono e quindi non hanno potuto metterti in guardia.

Certo, loro sono di sicuro in buona fede, non sapevano a cosa fare attenzione e quindi non hanno potuto aiutarti ad evitare gli errori.

Tu ti sei fidato, fai un altro mestiere e certo non potevi sapere che costruire con il legno fosse difficile, anzi hai dato per scontato che un tecnico o un’impresa sapessero perfettamente come fare.

Purtroppo non è affatto cosi!

Ti confesso che quando ho iniziato ad occuparmi di strutture in legno (era il 2007) anch’io sapevo poco o nulla sui rischi di errore quando si costruisce con il legno.

 

Di quali errori sto parlando?

Te li descriverò nel prossimo paragrafo…

 

Tetto in legno: dove si nascondono i 10 errori più frequenti?

Una cosa fondamentale che tutti dovrebbero conoscere prima di realizzare un tetto in legno è che la parte più delicata da realizzare è il pacchetto isolante.

 

Cos’è il pacchetto isolante?

E’ tutta la parte che sta sopra le strutture di legno.

 

Come deve essere fatto per funzionare bene e non avere problemi nel tempo?

Deve comprendere 3 parti essenziali:

  • lo strato isolante
  • i teli tecnici che devono proteggere l’isolante da vapore e infiltrazioni d’acqua
  • la camera ventilata con il manto di copertura

La cosa essenziale per realizzare un pacchetto isolante ventilato che funzioni davvero non è solo la scelta dei materiali giusti ma anche la corretta posa in opera facendo attenzione ai piccoli dettagli.

 

Tetto in legno: perché è così facile sbagliare?

La maggior parte dei progettisti e delle imprese non sanno quali sono i piccoli dettagli che rischiano di compromettere i lavori.

 

Di quali dettagli sto parlando?

Te ne dico uno molto importante e che davvero in pochi conoscono.

Quando si effettua la posa dell’isolante sopra il tetto in legno è fondamentale non lasciare fughe tra i pannelli coibenti.

 

Perché?

Perché se lascio delle fughe, dei piccoli spazi d’aria tra i pannelli il calore si disperderà più velocemente e una buona parte dei soldi che avrai speso per riscaldare casa tua saranno stati spesi per nulla.

 

Si, ti sto dicendo che una piccola fessura di 1 millimetro può essere causa di seri problemi.

La semplice presenza di piccole fessure passanti tra i pannelli dell’isolante causa una perdita di calore importante e lo strato isolante non ti protegge dal freddo come farebbe se fosse stato posato in opera con cura.

 

Non ci credi?

Ecco le prove:

Lo ha dimostrato una ricerca condotta dell’Istituto di Fisica Edile di Stoccarda.

I tecnici dell’istituto hanno preso un pannello isolante delle dimensioni di 1 metro x 1 metro e hanno misurato in laboratorio quanto calore passa esattamente attraverso un pannello isolante con una temperatura esterna di -10°C e una temperatura interna di 20°C.

Poi hanno diviso il pannello in due lasciando una fessura d’aria di 1 mm lunga 1 metro per verificare quanto potesse incidere nella prestazione dell’isolante un’eventuale posa in opera dei pannelli non precisa e hanno ripetuto la stessa misurazione.

(vedi immagini qui sotto).

pannello isolante test dispersionepannello isolante fuga

 

Il risultato del test è sorprendente: il pannello isolante con una fuga di solo 1 mm di spessore disperde il 480% in più vale a dire circa 5 volte di più di quello integro!

 

Interessante vero?

Cosa significa questo?

Significa che se quando hanno posato i pannelli isolanti del tuo tetto in legno non li hanno posati con assoluta precisione il risultato sarà che le prestazioni del tuo tetto saranno 5 volte più scarse e  buona parte dei soldi che hai investito per proteggerti dal freddo se ne vanno in fumo.

Ti faccio un esempio:

tetto in legno isolamento

 

Quelle che vedi vicino alle frecce blu (immagine sopra) sono fessure ben più larghe di un millimetro dovute a una posa poco precisa!

E ora ti mostro quali possano essere le conseguenze pratiche:

 

tetto isolato bene e male

 

Quello che vedi a sinistra è un tetto bene isolato (infatti la neve non si è sciolta) mentre quello di destra è stato isolato male e il calore che passa ha sciolto la neve!

 

Ora ti è più chiaro che un piccolo dettaglio come questo è così importante?

Perché te ne dovrebbe importare?

Prova ad immaginare se nella posa dell’isolante del tuo tetto in legno avessero fatto questo errore per tutta la superficie del tetto.

 

Quanto calore (e quanti soldi) staresti sprecando (senza saperlo) a causa di un errore apparentemente insignificante?

Ecco perché i piccoli dettagli contano, te ne ho dato la prova.

 

Tetto in legno: quali conseguenze se si sbagliano i dettagli fondamentali?

Ti ho fatto solo un esempio di errore tra i 10 più ricorrenti, ma credo ti sia sufficiente per capire che certamente qualcosa è sfuggito anche al tuo progettista e alla tua impresa quando hai realizzato il tuo tetto in legno.

 

Ma quali sono le conseguenze?

Si tratta “solo” di spendere più soldi per riscaldare casa?

No, purtroppo rischi di andare incontro a conseguenze molto più gravi.

Infatti se oltre all’errore di cui ti o appena parlato la scelta e la posa dei teli di protezione (barriera vapore e freno vapore) non è stata fatta con molta cura, senza lasciare fessure o piccoli buchi, allora hai un problema grosso.

 

Di cosa si tratta?

Dell’infiltrazione di umidità all’interno del pacchetto isolante.

Infatti, se fossero state lasciate delle piccole fessure anche nei teli protettivi l’umidità e il vapore dall’interno della casa si infiltrerebbero all’interno dell’isolante.

 

Con quali conseguenze?

Anche se non sei un tecnico sarà semplice comprendere che una quantità d’acqua eccessiva che si accumula nello strato isolante non va bene per 2 motivi:

  • bagna l’isolante che non ti può più proteggere dal freddo
  • nel tempo l’isolante si degrada

 

Quanto vapore e quanta acqua potrà mai passare da una piccola fessura?

Come è possibile che un po’ d’acqua nell’isolante sia così pericolosa?

Purtroppo non stiamo parlando di una piccola quantità.

 

Non ci credi?

Sempre lo stesso studio condotto dall’Istituto di fisica Edile di Stoccarda ha calcolato che, in caso di fessure tra i teli, la quantità d’acqua che passa è enorme:

 

 

sezione tetto in legno

La quantità di vapore d’acqua che passa attraverso la piccola fessura di solo 1 mm lunga 1 metro e che si accumula nell’isolante può essere di 360 grammi al giorno (1 litro ogni 3 giorni!): non è poco!

 

Se non te ne accorgi in tempo quello che può succedere è che l’isolante si bagni e, nel corso delle stagioni, l’acqua che si accumula potrebbe non evaporare in estate.

Questo causerebbe il degrado dell’isolante e poi anche quello del tuo tetto in legno, ecco un esempio:

 

tetto in legno marcio

 

Questo è il rischio che stai correndo!

 

Tetto in legno: come verificare se sono stati fatti errori?

Ti ho dato solo un esempio e tutte le prove che ti servivano per capire.

Ti ho dimostrato che non devi stare tranquillo fino a quando non avrai verificato se nel tuo caso ci sono questi rischi perché è molto facile che anche nel tuo caso siano stati commessi gli stessi errori.

Ti ho messo in guardia e ti ho dimostrato che non devi dare per scontato che tutti i progettisti e le imprese sappiano come realizzare un tetto in legno senza problemi.

Ora tocca a te, ma devi agire subito.

Scopri se stai correndo gli stessi rischi di cui ti ho parlato.

 

Come puoi verificare subito se anche tu corri questi rischi?

Ecco una soluzione rapida per verificare subito e da solo (anche se non sei un esperto) se anche nel tuo caso siano stati commessi degli errori.

Per questa ragione ho preparato per te una guida pratica che ti aiuterà a verificare se corri dei rischi.

 

Di cosa si tratta?

Si tratta di un manuale pratico di verifica, un Check-up guidato alla verifica lavori per il tetto in legno che ti guiderà passo per passo nella verifica dei 10 errori più frequenti che si commettono quando si realizza un tetto in legno.

Ho usato molte immagini e un linguaggio semplice, comprensibile anche ai non esperti, per guidarti con facilità e rapidità nelle verifiche che puoi fare tu stesso.

 

Per chi l’ho scritta?

Per i non esperti, quindi per te che quando hai investito molti dei tuoi risparmi per realizzare il tetto in legno che sognavi, non sapevi quali errori è facile commettere quando si costruisce con il legno.

Tuttavia questa guida potrà essere utile anche a molti progettisti e imprese che non hanno molta esperienza nel settore del legno.

 

Perché l’ho scritta?

Perché dopo anni passati a verificare sempre gli stessi errori ho deciso che, per far conoscere gli errori più frequenti, fosse utile mettere tutto “nero su bianco” in modo da poter raggiungere più persone possibile.

Perché volevo mettere nelle mani dei non esperti uno strumento pratico che li aiutasse a verificare gli errori in tempo per poter rimediare.

 

Perché dovresti leggerla subito, cosa c’è di urgente?

Perché, come ti ho dimostrato, sbagliare è molto facile e alcuni degli errori di cui ti parlo nella guida pratica>> VERIFICA LAVORI li avranno certamente commessi anche nel tuo tetto in legno.

Se non leggi subito come rimediare, potrebbe essere tardi e sono sicuro che tu non vuoi rischiare di dover rifare i lavori da zero e trovarti immerso in grane legali, discussioni con progettisti e fornitori che si rimpallano le responsabilità, impazzendo per cercare di capire chi è il colpevole.

Non credo che tu voglia trovarti nella condizione di dover cercare altri soldi (chiedendo altre rinunce alla tua famiglia) solo per porre rimedio a errori commessi da altri.

 

Cosa otterrai se al leggerai?

Tutte le informazioni pratiche, comprensibili anche a un non esperto, per poter verificare immediatamente e da solo se gli errori di cui ti parlo nella guida pratica>> VERIFICA LAVORI sono stati commessi anche nel tuo tetto in legno.

 

Cosa hai da perdere?

Molto: se non farai le dovute verifiche in tempo rischi di dover rifare i lavori comunque ma SENZA SAPERE DI CHI E’ LA COLPA!

 

Ordina e leggi subito la tua copia della guida pratica>>> VERIFICA LAVORI

 

A te la scelta!

 

Massimo Cleva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *